Associazione Yanadi - Un altro mondo è possibile...
Associazione YANADI
Un altro Mondo è possibile costruiamolo insieme
Untitled Document
Visitatori: 9564

il NORD DEL MONDO
che rappresenta soltanto il 20% della popolazione totale
consuma l' 80% delle risorse della terra!!


CONSEGUENZE
di ciò sono

- da una parte la estrema povertà del resto dell'umanità (80%!)

- dall'altra il progressivo deterioramento del nostro pianeta!

[Per saperne di più dei danni inferti al pianeta clicca]


QUINDI

NOI consumatori del NORD siamo
le PRIME VITTIME di questo sistema:

  • ci sommergiamo di rifiuti
  • siamo affetti da nevrosi
  • soffriamo di malattie da sovralimentazione…

…allora…
il VERO BENESSERE è proprio FIGLIO dell'ABBONDANZA?!


OSIAMO PENSARE che si possa

***vivere meglio disponendo di meno***
***produrre meno producendo meglio***


questo è il PRINCIPIO dello

SVILUPPO SOSTENIBILE

la produzione è sostenibile quando

riduce al minimo l'uso di risorse non rinnovabili
(carbone, petrolio, rame ferro …);
rispetta il patrimonio naturale
(foreste, suoli, mare …);
non rilascia sostanze inquinanti più di quanto l'ambiente possa assorbirne.


PERO'…

dobbiamo costruire un sistema che
non sia solo SOSTENIBILE
ma anche EQUO


infatti è dimostrato che non si può giungere ad un equilibrio
tra Nord e Sud del mondo portando
tutta la popolazione terrestre
al nostro tenore di vita.

IL NORD DEVE METTERSI IN TESTA
CHE DEVE RIDURRE CONSIDEREVOLMENTE

I PROPRI CONSUMI


COME ALLORA

vivere meglio disponendo di meno?

…mettendo in atto 3 RIVOLUZIONI!!!

1 ) RIVOLUZIONE DEGLI STILI DI VITA: RICICLARE E RIPARARE USARE INVECE DI POSSEDERE RACCORCIARE LE DISTANZE VALORIZZARE L'AUTOPRODUZIONE RISCOPRIRE LA SOBRIETÀ
2 ) RIVOLUZIONE DELLA PRODUZIONE: PRODURRE BENI FATTI PER DURARE COLTIVARE IN MANIERA BIOLOGICA EVITARE PRODUZIONI INQUINANTI E PERICOLOSE LIMITARE L'USO DELLE RISORSE NON RINNOVABILI UTILIZZARE IL PIÙ POSSIBILE ENERGIE NATURALI VALORIZZARE IL LAVORO UMANO
3 ) RIVOLUZIONE DELL'ECONOMIA: GARANTIRE I BISOGNI FONDAMENTALI A TUTTI INCORAGGIARE L'AUTOPRODUZIONE E LO SCAMBIO DI LAVORO SU BASE LOCALE DIVIDERE EQUAMENTE LE RISORSE E GLI SPAZI AMBIENTALI A LIVELLO MONDIALE REGOLAMENTARE IL COMMERCIO INTERNAZIONALE PER GARANTIRE GUADAGNI EQUI AI PRODUTTORI

NON IMPORTA da quale livello si parte perché
OGNI CAMBIAMENTO che si riesce ad introdurre
in un punto qualsiasi dell'organizzazione sociale ed economica
produce degli effetti a catena sull'intero sistema!

-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:--:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-:-

di certo il piano su cui possiamo lavorare subito è
QUELLO PERSONALE…

…mediante uno stile di vita più sobrio


L'imperativo della sobrietà si basa su 4 R

RIDURRE
  • COMPRARE SOLO IL NECESSARIO DAVANTI AD OGNI ACQUISTO LA PRIMA DOMANDA DEVE ESSERE: HO DAVVERO BISOGNO DI QUESTO PRODOTTO?
RIPARARE
  • NON GETTARE GLI OGGETTI AL PRIMO DANNO IMPARANDO DAI NOSTRI NONNI CHE USAVANO E RIUSAVANO LO STESSO OGGETTO CHE POTEVA SERVIRE ANCHE 2,3 PERFINO 4 GENERAZIONI!
RISPETTARE
  • IL LAVORO ALTRUI, LA NATURA E L'AMBIENTE RIDUCENDO AL MINIMO L'IMPATTO AMBIENTALE
RECUPERARE
  • RIUTILIZZARE LO STESSO OGGETTO FINCHÈ È SERVIBILE E RICICLARE TUTTO CIÒ CHE PUÒ ESSERE RIGENERATO

…il consumo critico

consiste nella scelta dei prodotti non solo in base al prezzo e alla qualità, ma anche in base alla storia dei prodotti stessi e al comportamento delle imprese che li offrono.
QUANDO OGNUNO DI NOI
DEVE ACQUISTARE UN PRODOTTO
E' BENE CHE COMPIA
DUE RIFLESSIONI:
1) SUL SINGOLO PRODOTTO
la tecnologia impiegata è a basso od alto consumo energetico? quanti veleni provengono dalla sua produzione, dal suo uso e dal suo smaltimento? e' stato ottenuto da materie prime riciclate o di primo impiego? sono state utilizzate risorse provenienti da foreste tropicali? in quali condizioni sono stati tenuti i lavoratori che hanno fabbricato il prodotto?

2) SU CHI HA REALIZZATO IL PRODOTTO
il prodotto è stato realizzato da una società che possiede altre attività inquinanti, che esporta rifiuti pericolosi nel Sud del mondo, o che sfrutta i lavoratori e che non è disposta a dare informazioni?